Seguici su: Facebook  Instagram  YouTube

6maggio-sciopero-cgil di Donato Lamanna (Segretario di   Lega  di San Rocco SPI-CGIL)        

Anche Monza, come molte altre città italiane, ha visto venerdì 6 maggio, sul proprio territorio cittadino la manifestazione provinciale per lo sciopero generale nazionale, indetto dalla CGIL.

Lo sciopero è stato proclamato contro la politica economica di questo Governo, politica economica che con i suoi tagli lineari aumenta la pressione fiscale sui redditi da lavoro dipendente e da pensione, riducendo le garanzie dello stato sociale per i ceti più bisognosi e creando precariato e disoccupazione.

Tale sciopero è stato quindi indetto per chiedere l'apertura di un tavolo di confronto, affinché possa essere modificata l'attuale politica governativa!

Il corteo monzese  era   composto da  una  folta rappresentanza di lavoratori (dal mondo dell'industria a quello della scuola) da una numerosa partecipazione di pensionati e da un folto gruppo di giovani studenti. Ecco quindi rappresentato, in un unico grande corteo composto, uno spaccato significativo della società civile.

Corteo che partito da Piazza Castello si è poi snodato lungo tutto il centro cittadino, per confluire in Piazza San Paolo dove, dopo alcuni interventi di delegati di fabbrica e studenti, prendeva la parola il compagno  LAINI MAURIZIO (responsabile provinciale CGIL) , che con un comizio conclusivo sottolineava  ancora una volta i motivi dello sciopero chiedendo una inversione di rotta, decisa, a questa politica.

La manifestazione continuava poi con il concerto degli STORMY SIX , e a seguire, per tutto il pomeriggio si sono alternate ,sul palco band giovanili e gruppi musicali della provincia.

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?