Seguici su: Facebook  Instagram  YouTube

sede consiglio MB

"Provincia ancora ferma ai box, servono misure urgenti contro la crisi, siamo disponibili al confronto”
"La nuova Provincia di Monza e Brianza sarebbe dovuta partire e andare veloce come un'auto di Formula 1 invece è ancora ferma ai box ad attendere il semaforo verde da Milano e da Roma.


Probabilmente per martedì, data del primo consiglio provinciale, il centrodestra troverà l'accordo, ma i continui litigi sulla nuova giunta all'interno del Pdl rischiano di allontanare i cittadini dalla nuova istituzione che può e deve fare subito bene per famiglie, artigiani e imprese della Brianza. Noi, in un momento così delicato segnato dalla crisi, siamo disposti a fare la nostra parte per trovare rapide soluzioni ai problemi dei brianzoli".

Lo dichiara Gigi Ponti, Consigliere provinciale del Pd e candidato del centrosinistra alla guida della nuova provincia commentando i ritardi nella formazione della giunta del neo presidente Dario Allevi, Pdl.

"Neanche con 10 assessori, invece di 8 come avevamo proposto noi e che sarebbero stati più che sufficienti per governare la nuova provincia, il centrodestra riesce a trovare la quadra - continua Ponti - il Pdl aspetta l'ok da Milano e da Roma, sacrificando l'autonomia brianzola più volte sbandierata in campagna elettorale. Capisco il forte imbarazzo di Lega Nord, al momento costretta a stare alla finestra ad attendere che gli alleati decidano di partire".

"Martedì ci sarà il primo consiglio provinciale, - conclude Ponti - i problemi dei brianzoli e di Monza e Brianza sono tutti sul tappeto e dai neo eletti alla guida del nuovo ente per ora neanche un'indicazione su come affrontarli. Servono azioni concrete e urgenti per famiglie e imprese. Noi siamo pronti al confronto su proposte e interventi utili alla nostra Brianza".

Monza, 26 giugno 2009 - L'Ufficio stampa

 

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?