Seguici su: Facebook  Instagram  YouTube

gazebo-scuola2A partire dal 2008 la Pubblica Istruzione è stata più volte fortemente penalizzata dalle manovre governative con tagli per 8 miliardi di euro e 132.000 lavoratori previsti dall’art. 64 della legge 133 del 2008, meglio nota come Legge Gelmini. I risultati sono sotto gli occhi di tutti.

La situazione delle Scuole Statali, a gennaio 2011, è a dir poco drammatica con aule fatiscenti e nessun piano d’intervento sulla messa in sicurezza degli edifici scolastici, classi smembrate per la mancata nomina dei supplenti, diritti negati agli alunni e alle alunne diversamente abili con la diminuzione delle ore di sostegno, incertezza dei trasferimenti per il funzionamento delle attività didattiche, blocco degli scatti di carriera per i docenti, tagli al personale docente e non docente e altre nefandezze varie.

Come se non bastasse, nel maxiemendamento alla Finanziaria per il 2011 non solo sono stati confermati i tagli già previsti per il prossimo anno, ma sono stati stanziati ulteriori finanziamenti di 245 milioni di euro alle scuole paritarie.

Retescuole ritiene che tutto questo sia una grande ingiustizia e, dallo scorso mese di dicembre, sta raccogliendo firme per una petizione indirizzata al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

In sintesi, si chiede che il Garante della Costituzione intervenga affinché il Governo reintegri i fondi sottratti alla Pubblica Istruzione e restituisca quelli impropriamente concessi agli Istituti paritari. L’articolo 33 della Costituzione, al comma 3, recita: «Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato».

L’iniziativa si sta diffondendo a macchia d’olio in tutta Italia. Ha già raggiunto, infatti, solo in Lombardia le Province di Brescia, Pavia e Monza ed è arrivata, per ora, anche a Roma, Bologna, Padova, Novara, Parma.

Dopo il banchetto di sabato 22 gennaio, Retescuole Monza e Brianza sarà di nuovo in centro a Monza sabato 5 febbraio, in Piazza San Paolo. Nel frattempo, nelle scuole di ogni ordine e grado ci   si sta muovendo per raccogliere firme durante la consegna della pagelle, con banchetti vari e con il passaparola.

CHIEDIAMO A NAPOLITANO DI FERMARE QUESTO SCEMPIO! TUTTI POSSONO CONTRIBUIRE ALLA RACCOLTA FIRME, SCARICANDO IL MODULO DAL SITO DI RETESCUOLKE E FACENDO FIRMARE A PARENTI, AMICI, COLLEGHI E COSì VIA.

Tutti possono partecipare alla raccolta delle firme, scaricando il modulo C dal  link http://www.retescuole.net/contenuto?id=20101112090136 e facendolo firmare a parenti  parenti, amici, colleghi e così via. I moduli vanno consegnati al negozio  "A-Studio Immagine", in Viale Libertà, 31 entro sabato  26 febbraio, in una busta con indicato nome e telefono di chi ha fatto la raccolta.

A metà marzo, una delegazione di genitori, insegnanti, studenti e personale Ata di tutta Italia sarà a Roma per consegnare le firme direttamente nelle mani del Presidente della Repubblica.

Per i fan di facebook l'indirizzo di riferimento per la petizione è: http://www.facebook.com/home.php?sk=group_179731075371415).

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?