Seguici su: Facebook  Instagram  YouTube

bibliotecaLa parola BIBLIOTECA vi fa pensare a scaffali polverosi, libri consunti e silenzio?
Cambierete idea conoscendo l'associazione "LA BIBLIOTECA È UNA BELLA STORIA": un'occasione per persone di qualsiasi età e livello culturale, che vogliano dare il loro contributo nelle attività che si svolgono in biblioteca.
E non mancheranno le sorprese!

Il "battesimo" della neonata associazione è avvenuto sabato 9 nella Casa del Volontariato di Monza, in occasione della seconda giornata del corso di formazione per volontari in biblioteca.
Il corso dà la possibilità di approfondire il significato di valori quali la gratuita', la solidarietà, il servizio, a chi si avvicina per la prima volta a questa realtà, ma anche a chi vi dedica da anni parte del proprio tempo, senza avere ancora il supporto di un'organizzazione più strutturata.
Tutto questo si inserisce in un progetto che ha preso il via più di un anno fa, grazie al sostegno di Fondazione Cariplo, del Comune di Monza e di altri enti ed organizzazioni.

L'obiettivo è quello  di vivere la biblioteca in modo diverso dal solito, coinvolgendo bibliotecari, volontari ed utenti.
"Dalla loro collaborazione possono nascere eventi di aggregazione quali laboratori di scrittura e lettura, feste con giochi e musica, aiuto- compiti, ma anche corsi introduttivi all'uso del PC e di internet", ha sottolineato Graziella Rota, una dei fondatori dell'Associazione.
Il tutto per dare occasioni di socializzazione e di cultura a tutta la popolazione: bambini, giovani, adulti in cerca di lavoro o di proposte per il tempo libero, anziani, stranieri o persone in situazioni di disagio.

Le biblioteche di Monza coinvolte nel progetto hanno utenti diversi a seconda dei quartieri nei quali sono situate: molti bambini e studenti a San Rocco, adulti in situazioni di difficoltà, provenienti dall'asilo notturno, e stranieri a San Gerardo.
A Monza Cederna tra gli scaffali si incontrano molti stranieri ed anziani; questi ultimi, insieme ai bambini, affollano anche gli spazi finora ristretti di Monza Triante.
Per Triante però c'è una bella novità in vista: un consistente ampliamento, derivante dai fondi messi in campo dall' iniziativa "Partecipa e decidi", grazie alla quale vedrà la luce una nuova biblioteca anche presso l'Ospedale Nuovo.

Forse non tutti sanno che nel carcere di Monza opera da anni una biblioteca, molto apprezzata dai detenuti, con eventi rivolti anche al pubblico esterno.

Le 7 biblioteche monzesi, inserite nel sistema Brianzabiblioteche, che insiste su un bacino di 620.000 abitanti, hanno visto in tre anni aumentare del 15% i loro prestiti, grazie soprattutto agli under 35 e ad appassionate lettrici che superano di gran lunga i numeri dell'utenza maschile.

E "si può fare di più", come cantavano a Sanremo Morandi, Tozzi e Ruggeri, anche grazie all'intervento di un'associazione come "La biblioteca è una bella storia"!
"Un volontariato che non vuole e non deve sostituirsi alle istituzioni e al personale dipendente, ma che può affiancarvisi per creare nuove opportunità", come ha sottolineato Paolo Pilotto, un altro fondatore dell'associazione.
Così, sarà sicuramente una gran BELLA STORIA!

 

 

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?