Seguici su: Facebook  Instagram  YouTube

Sono passati ormai tre anni dall’insediamento della amministrazione comunale  e dobbiamo purtroppo registrare la totale mancanza di interventi per la mobilità ciclistica. Non solo la situazione non è progredita in direzione di una maggiore sicurezza per i cittadini che utilizzano la bicicletta, ma al contrario, sono stati tolti lunghi tratti di piste ciclabili. Ci riferiamo al tratto di Via Cervino/Monte Bianco e a quello di via Lario direzione Muggiò e un altro tratto di ciclabile sta  per essere sacrificato, quello di via Durini.

Finora da parte dell’A.C. sono state fatte molte parole e promesse ma nessun intervento di moderazione del traffico ne tantomeno di percorsi ciclabili utili per l’uso quotidiano della bicicletta.

Siamo fermi al palo da tre anni, mentre in tante città italiane ed europee si stanno facendo progressi considerevoli, con spostamenti massicci di cittadini dall’auto privata alla bicicletta.

E tutto questo nonostante gli incoraggianti risultati del nostro censimento che ha visto un notevole aumento di passaggi di ciclisti, infatti  in cinque anni ha triplicato il numero, 3500 nel 2004, 10120 nel 2009.   Com’ è possibile trascurare questi dati e non assecondare questa domanda che aumenta sempre di più?

La moderazione del traffico, con il conseguente sviluppo della mobilità ciclistica, sarebbe un buon metodo per cambiare la nostra città e renderla veramente accogliente e più vivibile.

Tante sono state le nostre richieste: moderazione del traffico, una rete connessa di piste ciclabili, rastrelliere in tutta la città, canaline sulle rampe della stazione ferroviaria, una bicistazione con servizi di riparazione e custodia delle biciclette, bike sharing, manutenzione delle ciclabili, utilizzo dei marciapiedi per pedoni e ciclisti  ecc.

C’è una ciclabile, tra le tante, che ci sta  particolarmente a cuore, quella che arriva da Concorezzo fino ai confini di Monza, da poco realizzata da quel comune. Un collegamento da Monza (V.le Libertà) che si unisca a quella pista ciclabile.

Molti cittadini hanno capito la necessità di una mobilità alternativa.

Perché il nostro sindaco e i nostri assessori non vogliono assecondare questa esigenza?

Dalla lettera invita dall’Associazione Monza in Bici alla Amministrazione Comunale di Monza Massimo Benetti -
MONZAinBICI-FIAB

www.monzainbici.it
cell. 3388096421

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?