Seguici su: Facebook  Instagram  YouTube

4-rotonda-piccola

Continua il viaggio degli innamorati più famosi della classicità: “Amore e Psiche, la favola dell’anima” arriva a Monza. Dopo le tappe di Roma, Torino e Milano, la rassegna è ospitata, dal 24 gennaio al 4 maggio 2014, al Serrone della Villa Reale. La tappa monzese permetterà il confronto con la Rotonda dell’Appiani, edificio realizzato da Giuseppe Piermarini nel complesso della Villa Reale e che conserva al suo interno gli affreschi di Andrea Appiani del 1791 che rappresentano proprio i vari episodi della favola narrata ne “L’asino d’oro” di Apuleio.

La mostra. A cura di Elena Fontanella, la mostra presenta importanti capolavori: opere della Magna Grecia, dell’arte romana fino a quelle di Tiepolo, Tintoretto, Auguste Rodin, Salvador Dalì, Lucio Fontana e Tamara de Lempicka, solo per citarne alcune.

Così il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, ha commentato l’evento: “siamo molto soddisfatti, perché si tratta di una mostra di livello internazionale inserita in un progetto espositivo affascinante, collegato alla storia dell’arte monzese. L’antico mito di Amore e Psiche rivivrà anche nella Rotonda dipinta da Andrea Appiani nel 1791, una delle sue più alte rappresentazioni pittoriche“.

Gli organizzatori hanno spiegato  che fu “su consiglio del letterato milanese Giuseppe Parini che l’Appiani affrontò il tema mitologico di Amore e Psiche per gli affreschi della Rotonda. Le pitture sono collocate in posizioni diversificate per meglio comprendere la favola tratta dall’Asino d’oro di Apuleio: quattro dipinti curvi, di forma rettangolare, posti sopra le finte porte che scandiscono la circolarità della struttura“.

La “chicca”. Presente in sala il gesso di Amore e Psiche di Antonio Canova, simbolo della rassegna e modello per le più note sculture conservate al Louvre di Parigi e all’Ermitage di San Pietroburgo. L’opera riflette sul concetto di anima, personificata dalla farfalla che Psiche appoggia sulle mani di Amore.

Informazioni utili . L’iniziativa è organizzata dalla Fondazione DNArt, in collaborazione con il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, promossa dal Comune di Monza con il Patrocinio della Provincia di Monza e della Brianza, della Regione Lombardia, di EXPO 2015 e della Camera di Commercio di Monza e Brianza.

Dove: Serrone della Reggia di Monza e Rotonda Appiani, viale Brianza 1

Quando: 24 gennaio – 4 maggio 2014

Orario: lunedì chiuso; da martedì a domenica, 10.00 – 20.00

Biglietti: intero 10 euro; ridotto 8; scuole 5

La mostra è accompagnata da un volume Bompiani, a cura di Elena Fontanella (360 pagine, 35 euro).

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?