petizione-parcoIn questi anni una cosa è certa: a Monza con i nostri politici di maggioranza non ci si è annoiati: la Metrò a fune e l’Ovovoia sul Villoresi , la Pista da sci alla Cave Rocca  e il “Parco giochi dei motori” sulle sopraelevate.
Ma da un anno una delle “chicche” più creative, in grave stato di avanzamento, è la scelta di dell’A.C. di fare un distributore nel parco!

Un distributore ovviamente “ecologico: gpl, metano e idrogeno. Un distributore per l’autodromo ma non nell’autodromo e che potrà essere utilizzato da tutti. Un distributore ancora una volta pagato con i soldi dei cittadini per il finanziamento regionale.

Purtroppo la storia è vera e dopo corsi e ricorsi (del Parco della Valle del Lambro che della Soprintendenza) il distributore dopo il parere positivo del Presidente del Consiglio in persona (Silvio) ha ottenuto il 26 aprile l’autorizzazione del Comune.

Da un anno il Pd e l’opposizione si battono in Consiglio, per bloccare questa scellerata scelta e per portarla alla discussione in aula.

Il Sindaco Mariani ha sempre impedito tale discussione, perché sa bene che anche su questa vicenda, ci sono componenti della stessa  maggioranza che non sono d’accordo, così come non lo sono: il Presidente della Provincia Allevi e il Sindaco di Biassono (leghista) che dovrebbe autorizzare l’accesso dalla propria porta del parco

Da un anno  il Comitato Parco e le Associazioni ambientaliste, hanno già raccolto tra i cittadini migliaia di firme contro questa ipotesi con una petizione che in questi giorni è stata rilanciata.

Il Pd ha deciso di aderire e dare il proprio contributo, lanciando con il nostro sito la raccolta firme della petizione on line (LINK)

Queste sono le ragioni del nostro NO:

Ø  Incompatibilità ambientale tra il distributore di carburanti ed il Parco di Monza, come già espresso dagli Enti di tutela.

Ø  Sottrazione di un ulteriore area alla fruizione pubblica, proprio nel Parco di Monza, già pesantemente limitata dalle concessioni in atto.

Ø  Svilimento dell’area stessa, che andrebbe invece lasciata a verde e riqualificata.

Ci auguriamo, che come in occasione della vicenda Villa Reale i nostri e…lettori (e non solo…) firmeranno in massa, per una pressione politica dei cittadini che potrà essere decisiva per un grande DISTRIBUTORE  NEL PARCO? NO GRAZIE

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?