Seguici su: Facebook  Instagram  YouTube

Sicilia, ancora spazzatura in strada

immagine documento documento

Sono stati 40 gli interventi dei vigili del fuoco per spegnere i roghi di spazzatura nel palermitano. La gran parte degli incendi è stata appiccata nei comuni – Bagheria in testa – dove la raccolta dei rifiuta è ferma da una settimana per lo sciopero degli operatori ecologici del Consorzio Coinres che non ricevono lo stipendio da due mesi. Un'emergenza nell'emergenza, visto che la situazione continua a peggiorare per il grande caldo su Palermo che favorisce e accelera il processo di putrefazione dei rifiuti. I roghi in città nei quartieri di Brancaccio, dello Sperone e di Borgo Nuovo hanno, dunque, aumentato le difficoltà di tornare alla normalità dopo gli strascichi dei giorni scorsi.

I carabinieri hanno intensificato i controlli a Bagheria, comune del Palermitano tra i più colpiti: attualmente sono impegnati 35 uomini e 15 autovetture. L'emergenza ha indotto il vicesindaco Antonio Passarello a disporre la chiusura di tutti gli uffici pubblici e delle scuole.

Nel frattempo i lavoratori del Coinres hanno attuato un presidio davanti alla sede della presidenza della Regione in Piazza Indipendenza, sollecitata a "intervenire nella gestione diretta del Coinres, ormai incapace di assicurare garanzie". Oltre al pagamento dei salari arretrati, i lavoratori rivendicano l'applicazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro.

Per il senatore del Pd Giuseppe Lumia "nonostante la solita politica di annunci del governo, che alla vigilia delle ultime elezioni si e' regalato uno spot dal capoluogo siciliano, l'emergenza rifiuti nel palermitano continua e rischia anzi di aggravarvi compromettendo seriamente le condizioni igienico-sanitarie dei cittadini. E tutto questo con l'estate alle porte. A questo punto, per evitare il peggio, occorre fare presto e bene. Serve, infatti, un intervento concreto che rimetta in discussione il ruolo e la funzione del consorzio, cominciando col commissariare il Coinres".

A.Dra

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?